Pierluigi Pizzaballa, William Vecchi e Bruno Bolchi sono probabilmente le figurine Panini più rare e di valore in assoluto. I motivi possono essere diversi: se i primi due giocatori ricoprivano il ruolo di portiere e l’immagine di Pizzaballa era diventata realmente una rarità introvabile, quella di Bolchi, capitano nell’Inter negli Anni Sessanta, era la prima figurina che è stata stampata dalla casa editrice modenese.

Il primo sito di annunci di compra-vendita tra privati dedicato al mondo gaming a 360°.

Iscriviti gratuitamente e inizia a fare affari.

Figurine Panini: storia di non solo calcio

La storia della Panini inizia nel 1961, quasi per caso grazie all’intuizione della Famiglia Panini, all’epoca titolare di un’edicola. Quando venne l’idea del primo album dei calciatori, fu Nils Liedholm a finire sulla primissima copertina, mentre la figurina di Bruno Bolchi fu la prima stampata in assoluto. Nel tempo, il marchio indelebile dell’album dei calciatori è la rovesciata di Carlo Parola nel 1950 durante una partita Juventus-Fiorentina.

Le altre raccolte Panini più famose

Le figurine Panini sono rinomate per gli album dei “Calciatori” ma la storia Panini racconta anche altri generi.

  • Campioni dello sport: a partire dal 1968 la Panini ha pubblicato figurine legate alle olimpiadi invernali, ad altre manifestazioni legate a federazioni diverse da quelle calcistiche. Per alcune figurine sono state pensate anche particolari effetti superficiali, come il metallizzato o il cangiante.
  • Personaggi famosi: individuare uomini illustri e trasformarli in figurine è stata una bella intuizione da parte della casa editrice. L’album di 64 pagine viene completato da 439 figurine. Questa raccolta è stata commercializzata in passato per qualche anno.
  • Aerei e Missili: la storia dell’aeronautica e dell’aviazione viene ripercorsa attraverso figurine adesive di dimensioni più grandi rispetto a quelle tradizionali, per un complessivo di 200 immagini adesive.
  • Raccolta figurine Italia: l’Italia è ricca di storia, di attrazioni e monumenti, che caratterizzano moltissime città, ciascuna con il proprio stemma. Tutto questo è stato rappresentato in 475 immagini, tra cui oltre cento stemmi cittadini. Ci sono anche figurine dedicate a fatti politici e civili.
  • Cantanti: a cavallo del 1970 Panini ha pensato all’album dei cantanti, spaziando quindi anche alla musica italiana e internazionale. La raccolta è iniziata nel 1968 ed è proseguita per quattro anni.
  • Figurine sul pianeta: “Animali di tutto il mondo” e “La Terra”. Se il primo album accoglieva le figurine relative alla fauna mondiale, il secondo era più orientato alla geografia e alla scienza.
  • Cartoni animati e serie TV: più avanti nel tempo, ad esempio negli Anni Ottanta, Panini promosse anche le serie legate a cartoni animati, tra cui Heidi, Candy Candy, Pinocchio e altri protagonisti televisivi, come Georgie, Kiss me Licia e Memole dolce Memole.

Le figurine Panini rare dei calciatori

Le figurine Panini dei calciatori più rare sono diverse e per svariati motivi. Ci sono ragioni di collezionismo, ma pure ragioni di storia o di casualità. Ecco alcune tra le figurine Panini più rare.

Le figurine introvabili degli Anni Sessanta

  • Pierluigi Pizzaballa: fin dagli Anni Sessanta il portiere dell’Atalanta è la figurina Panini più ricercata. Si trovava alla prima pagina dell’album, in alto. Aveva il numero uno sulla maglia ed era la prima figurina della collezione. Sono molti che non hanno completato l’album per la mancanza del portiere atalantino.
  • Bruno Bolchi: la particolarità di questa figurina del capitano dell’Inter non era tanto la difficoltà a trovarla nei pacchetti. Bolchi fu la prima immagine che l’azienda ha stampato e quindi rappresenta un “must”, ovvero la “genesi” dalla quale tutto ebbe inizio. Averla è un privilegio, quella originale del 1961.
  • Gianni Rivera: nel 1961 era la figurina più difficile da trovare e molti collezionisti hanno dovuto farne a meno. Ancora oggi non è semplice trovare quell’incredibile pezzo da collezione.
  • Umberto Depertini: difensore del Livorno nella stagione 1967/68 era una rarità. La sua figurina mancante è stata per molti, la causa di album incompleto.
  •  Piero Battara: portiere blucerchiato della Sampdoria nel 68/69 di difficile reperimento.
  • Faustino Goffi: il calciatore del Padova è tra le figurine più rare in assoluto. Nel 1967 la Panini fece esordire sull’album anche le formazioni di serie C e questo calciatore era praticamente introvabile.
  • Il primo album completo: l’album del 1961 completo assume valori che possono arrivare anche a 1.500 euro.
  • Scudetto 1962/63: la Panini stampò gli scudetti su vari supporti, addirittura anche a trasferello. Quello della stagione indicata era ancora su velina e, per questo, molto prezioso.

Le introvabili negli Anni Settanta

  • William Vecchi: il giocatore vestiva la maglia da portiere del Milan nella stagione 1972/1973. La sua figurina era la numero 206, ma non tutti hanno avuto la possibilità di attaccarla alla pagina dell’album.
  • Antonello Cuccureddu: il difensore della Juventus nella stagione 1973-1974 era diventato introvabile in quel periodo.
  • Lamberto Borenga: il portiere del Cesena nel 1975/1976 era divenuto oggetto del desiderio di molti appassionati collezionisti. Ancora oggi, questa, è una delle figurine Panini più rare e ricercate della storia.

Le figurine moderne più rare e ricercate dei Calciatori Panini

E’ logico che è più facile tornare al passato per ricercare le figurine dal più altro valore. Ciò non significa, però, che quelle più moderne non abbiano un “peso storico” importante.

Messi, Cristiano Ronaldo, Ronaldo “Il Fenomeno”, Maradona, sono solo alcune delle figurine Panini più costose. Dal primissimo Maradona al Boca ancora diciannovenne, prima del passaggio in Europa, a Messi nel Mondiale del 2014, fino a Cristiano Ronaldo rappresentato con la maglia dello Sporting Lisbona a inizio Anni Duemila. Una figurina di Ronaldo “Il Fenomeno” nel 1994 quando era al PSV Eindhoven rientra anch’essa in questa speciale classifica. Le quotazioni di queste raffigurazioni adesive raggiungono diverse migliaia di euro presso le aste speciali. Maradona, addirittura, supera i 460 mila euro, Messi i 115 mila euro, mentre gli altri sono a scendere.

Il primo sito di annunci di compra-vendita tra privati dedicato al mondo gaming a 360°.

Iscriviti gratuitamente e inizia a fare affari.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi

Registrati

Reimposta la password

Inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email, riceverai un link per reimpostare la password via email.