Quali sono le migliori console portatili? Perché si sono sviluppate e hanno riscosso grande successo nel tempo? Di certo, sono un ottimo modo per godersi i propri giochi preferiti ovunque ci si trovi. Nonostante il settore sia in un momento di calma, esistono diverse opzioni disponibili sul mercato, ognuna con caratteristiche uniche che le rendono adatte a diversi tipi di giocatori.

Il primo sito di annunci di compra-vendita tra privati dedicato al mondo gaming a 360°.

Iscriviti gratuitamente e inizia a fare affari.

Console portatile: l’evoluzione della specie

Le prime console portatili si svilupparono negli Anni Settanta e alla fine del decennio la prima console da gioco portatile si chiamava Microvision. Aveva però pochissimi giochi (circa una dozzina) e questa scarsa varietà non ha contribuito alla diffusione sperata del dispositivo.

La prima vera console portatile di successo è stata pensata dalla Nintendo, con il Game Boy e tutte le sue successive varianti, come Game Gear, Game Boy Color e Game Boy Advance fino ai primi Anni Duemila. Ci sono console che in Italia non sono arrivate o che comunque sono esistite ma senza grande risonanza. Un esempio è la WanderSwan, una console da tenere in mano che però non ha superato i confini asiatici. Il suo inventore era uscito dalla Nintendo per andare a lavorare in proprio e affidare a Bandai la commercializzazione di questa nuova console.

Nel 2003 la Nokia lancia la N-Gage, un dispositivo che per funzionare necessitava della rete GSM (quella dei telefoni cellulari con cui N-Gage era integrato).

Da quel periodo in poi il settore venne spartito per qualche anno da Nintendo e Sony, almeno in Europa.

Se la prima ha lanciato la serie Nintendo DS, la seconda ha proposto la PSP e la PlayStation Vita, entrambe console in formato tascabile o quasi. Per chi cercava prestazioni elevate e grafica di alta qualità, la console portatile PlayStation Vita poteva essere la scelta migliore, grazie anche ad una vasta gamma di giochi di alta qualità e funzionalità particolari, tra cui un touchpad posteriore e un display OLED ad alta risoluzione.

Come scritto, console popolari sono la Nintendo DS e, successivamente, la Nintendo 3DS, conosciuta per la sua capacità di visualizzare giochi in 3D senza l’uso di occhiali speciali. La console offre una vasta gamma di titoli Nintendo esclusivi. La Nintendo 3DS è anche retrocompatibile con i giochi del Nintendo DS, il che la rende una scelta ideale per chi ama i giochi classici. Oggi la famiglia Nintendo DS (2 DS e 3DS) si arricchisce di schermi più grandi per agevolare la giocabilità e la fruizione dei contenuti.

Le migliori console portatili di oggi

Ormai il mercato delle console portatili si è ridotto molto anche se ci sono aziende che producono e commercializzano prodotti di vario genere che però non riescono a sopperire al dominio Nintendo. Per gli amanti dei giochi in ambito “mobile” una buona opzione potrebbe essere lo smartphone, che offre una vasta gamma di giochi disponibili su piattaforme come iOS e Android. Tramite app store è possibile scaricare giochi gratuiti o a pagamento per divertirsi ovunque ci si trovi.

La Nintendo Switch e Switch Lite

Oltre alla DS, uno dei modelli più popolari che rientra nella migliori console portatili è il Nintendo Switch, che è una console ibrida in grado di essere utilizzata sia per il gioco tradizionale collegata al televisore, sia come console portatile. Nintendo Switch offre una vasta gamma di giochi, dai classici titoli Nintendo ai titoli di terze parti e ha una vasta libreria di disponibilità sia in formato fisico che digitale. La console è dotata di un display touchscreen ad alta risoluzione e può essere facilmente trasportata grazie alla sua forma compatta. Una variante pensata per facilitare la portabilità è la Nintendo Switch Lite.

Le altre proposte del mercato

  • Steam Deck di Valve Corporation: dotato di un processore AMD Zen 2 e una GPU RDNA 2 per prestazioni di gioco elevate, uno schermo touchscreen da 7 pollici con risoluzione 1280×800 e con la possibilità di giocare a giochi PC tramite Steam. Vi sono due opzioni di archiviazione, da 64 a 512 Gb e la batteria dura fino a 8 ore.
  • ASUS ROG Ally: di produzione Asus, presenta un design ergonomico e robusto, con uno schermo touch screen di grande qualità. Le immagini scorrono fluide grazie anche a un processore performante che lavora insieme a un’ottima scheda grafica. La tastiera illuminata facilita la giocabilità anche in luoghi poco luminosi.
  • Razer Edge: Razer è specializzata nella realizzazione di hardware per game. In realtà questa console è anche un tablet, con buona memoria, la possibilità di abbinarci accessori e un’ottima componentistica hardware.
  • Lenovo Legion Go: il design proposto da Lenovo per questo dispositivo conferisce solidità alla console, pensata per grandi utilizzi prolungati. Il display è più che buono, mentre scheda grafica e processore operano di concerto per garantire azioni fluide e giocabilità ottimale. Durata della batteria e un sistema di raffreddamento pensato appositamente, completano le principali caratteristiche.

Conclusione

Probabilmente la miglior console portatile della storia è il Game Boy in quanto ha “rotto” gli equilibri e tracciato una strada definita nel settore. Le console portatili offrono un’opportunità per godersi i propri giochi preferiti ovunque ci si trovi. Con una vasta gamma di modelli disponibili sul mercato, è possibile trovare la soluzione ludica che meglio si adatta alle proprie esigenze e preferenze di gioco. Che si tratti di un Nintendo Switch, una Nintendo 3DS, uno smartphone o di un dispositivo differente, c’è sicuramente una console portatile che fa al tuo caso.

Il primo sito di annunci di compra-vendita tra privati dedicato al mondo gaming a 360°.

Iscriviti gratuitamente e inizia a fare affari.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi

Registrati

Reimposta la password

Inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email, riceverai un link per reimpostare la password via email.