Play 2024 è il festival del gioco che si terrà a Modena tra il 17 e il 19 maggio presso il polo fieristico.

Tutto è già pronto per ospitare diverse persone che visiteranno la città emiliana “perdendosi” tra giochi, attrazioni ludiche e divertenti.

La ricorrenza del 50 anniversario della nascita di Dungeons & Dragons è un’occasione speciale che gli organizzatori di Play Modena 2024 non si sono lasciati sfuggire e infatti hanno previsto una mostra a tema. Play – Festival del Gioco, vuole regalare emozioni esclusive ai visitatori.

Il festival è alla sua 15a edizione è propone agli appassionati un percorso tra ruolo, narrazione ed esperienza da vivere tra i vari padiglioni, da visitare come se si fosse alla ricerca di un prezioso tesoro. Non è un caso che sia stata disegnata una mappa specifica per consentire al pubblico una visita quanto più coinvolgente possibile tra spazi tematici e percorsi logici.

Tutto quello che devi sapere su Play Modena 2024

Play Modena 2024 è organizzato nel quartiere fieristico della città e interessa i padiglioni dalla A alla F.

Saranno 6 padiglioni complessivi a cui si aggiungono diverse sale a tema allestite nella parte superiore del complesso, per una superficie complessiva di oltre 28 mila metri quadrati coperti. Anche l’area esterna, però, conterà alcune attrazioni. Il polo è in prossimità dell’uscita autostradale della A1, presso Modena Fiere. Inoltre, è attivo il servizio che collega la fiera con la stazione ferroviaria (per chi volesse arrivare in treno).

Ecco giorni e orari dell’evento.

  • Venerdì 17 Maggio 2024 dalle 9 alle 20
  • Sabato 18 Maggio 2024 dalle 9 alle 20
  • Domenica 19 Maggio 2024 dalle 9 alle 19

Oltre a quanto già indicato è presenta un’area esterna ricca di attrazioni, esibizioni, angoli giochi di gruppo, ospiti e spazi condivisi.

Saranno molti gli eventi e gli ospiti presenti al Modena Play 2024: Tobias Wrigstad (game designer e autore di scenari LARP), Matteo Menapace (game designer), Andrea Angiolino (inventore di giochi), Marta Ciaccasassi (sviluppatrice di giochi). Si contano oltre 100 ospiti presenti al festival e altrettanti eventi.

Il Padiglione A: innovazione, strategia e tradizione

Pedine, carte, giochi strategici e non solo. Anche giochi “antichi” come trottole, giochi in legno e i cosiddetti giochi dinamici per bimbi e bimbe. Nel Padiglione A vi è anche un angolo in cui gli espositori potranno presentare novità e sorprese. Le sezioni saranno suddivise secondo cinque macroaree. Curiosa e unica una porzione dedicata al crowdfunding. In questo padiglione vi è anche un’area dedicata alle famiglie.

Il Padiglione B: giochi di ruolo e avventure

I giochi di ruolo saranno il centro del Padiglione B e delle sale superiori, dove troveranno posto una quindicina di eventi speciali su diversi tavoli. Complessivamente saranno praticamente quasi 200 tavoli complessivi tra quelli dedicati e dei vari espositori. Un’area del padiglione sarà particolare e coniugherà gioco e pittura, oltre al Board Game storico in cui si potranno rivivere celebri battaglie.

Il Padiglione C: la ludoteca

Hai mai sognato di essere in una gigante ludoteca? Se la tua risposta è affermativa ecco il Padiglione C di Play Modena 2024 con moltissimi tavoli da gioco pronti per essere osservati e vissuti. Da sottolineare la sezioneReplay” in cui i giochi tradizionali sono riproposti in chiave moderna e poi l’area in cui sono esposti i giochi che nel tempo hanno vinto dei premi importanti. Da non tralasciare lo spazio dedicato ai giochi per due persone. Nel Padiglione C i migliori giochi da tavolo sono a disposizione di tutti gli appassionati.

I Padiglioni D e E

Questi padiglioni sono un po’ particolari per disposizione logistica e organizzativa. Nel primo, ad esempio, si trova uno spazio dedicato ai giochi da strada che possono rimandare la memoria indietro nel tempo. Oltre alle aree di servizio e a quelle ristoro, sono presenti bancarelle sempre dedicate ai giochi e alle associazioni. Sempre nel Padiglione D si trovano oggetti ludici artigianali, mentre nei piani superiori spazio ai tornei e ad eventi multi-tavolo.

Il Padiglione F: giocare per apprendere

Gioco, cultura, inclusione: potrebbe sintetizzarsi in questo modo ciò che si incontrerà nel Padiglione F. Qui si giocherà in uno spazio di oltre 1000 metri quadrati e ci saranno proposte ludiche dedicate soprattutto ai ragazzi e ai più grandi. Si parlerà di ricerca, di scienza, del gioco pensato per crescere, apprendere e imparare. Si vedrà come il gioco può divenire strumento per accrescere la propria cultura. Inoltre, una parte sarà dedicata alla narrazione con libri tematici.

L’area “Nati per Giocare” promuove il gioco sano e accessibile, mentre altre sezioni propongono giochi astratti e temi ludici di vario genere.

Il primo sito di annunci di compra-vendita tra privati dedicato al mondo gaming a 360°.

Iscriviti gratuitamente e inizia a fare affari.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi

Registrati

Reimposta la password

Inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email, riceverai un link per reimpostare la password via email.